Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Frangipane – Il PSI di Ariano non è più disponibile a tollerare la gestione sciatta e inadeguata dell’Azienda Sanitaria

redazione

Pubblicato

-

Il Partito Socialista di Ariano non è più disponibile a tollerare la gestione sciatta e inadeguata che l’Azienda Sanitaria e il direttore sanitario stanno portando avanti rispetto al reparto di Pediatria di Ariano e dell’Ospedale Sant’Ottone nel suo complesso. Un costante e
complessivo impoverimento dei reparti, nei termini di personale e di dotazioni per giungere ad un generale depotenziamento del Presidio Ospedaliero che va a danno della popolazionedell’intero comprensorio della Valle Ufita e degli ulteriori paesi che fanno capo sull’Ospedale di Ariano.
Solo un mese fa l’ASL di Avellino ha diramato una nota con la quale comunicava alla popolazione che il reparto di Pediatria non avrebbe chiuso, anzi, si smentivano categoricamente tali voci, etichettando la questione come “notizia priva di fondamento”.L’Azienda Sanitaria, inoltre, comunicava di aver provveduto a garantire i turni esterni,reclutando personale in convenzione con il Moscati di Avellino per coprire i turni dei mesi di luglio e agosto. Tutto ciò nell’attesa della conclusione dell’iter concorsuale avviato per assumere il personale necessario, l’unica soluzione per il ritorno alla normalità del Reparto. Solo proclami. Chiacchiere per la stampa e per tener buona la cittadinanza. Infatti, a distanza di poco più di 20 giorni, con una nota, il Direttore Sanitario ad interim del P.O. di Ariano, dott. Silvio D’Agostino, comunica che a causa della gravissima carenza di dirigenti medici presso l’U.O.S.D. (Unità Operativa Semplice Dipartimentale) Pediatria e Nido è impossibilitato a garantire la continuità assistenziale, pertanto dalle ore 20 di domenica 18
luglio 2021 il punto nascite dell’ospedale Sant’Ottone chiude. Fino a quando? Non è dato saperlo. Per noi questa è la premessa per la chiusura del reparto maternità. Pertanto, la deputazione socialista presso la Regione Campania si è attivata fin da subito affinché la
questione arrivi sul tavolo del Presidente De Luca. Un Ospedale come Ariano, che copre un vasto comprensorio, non può rimanere senza il punto nascite. La manager Morgante, ormai avvezza a farsi scivolare addosso tutte le critiche e le inefficienze della sua gestione, questa volta deve dar conto di cosa ha fatto nei mesi precedenti e di cosa sta facendo nel momento specifico, non solo per Pediatria ma per tutto l’Ospedale di Ariano Irpino. I pensionamenti non sono eventi casuali ed inaspettati per cui non si può far fronte nell’immediato. E lo stesso neo direttore “ad interim” deve rappresentare alla popolazione qual è il suo impegno per rispettare le disposizioni normative che vogliono tale P.O. come DEA di I° Livello. Aspettiamo riscontri a breve.

Il PSI accoglie positivamente la mobilitazione della cittadinanza e, proprio perché non si può più perdere ulteriore tempo, invita la cittadinanza, le forze sociali, le associazioni e i partiti tutti alla coesione per difendere fattivamente l’ospedale Sant’Ottone di Ariano.

Attualità

Covid in Irpinia-7 positivi oggi in provincia

redazione

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 729 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID  7 persone: (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Covid in Irpinia-6 casi oggi in provincia

redazione

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 484 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 6 persone: (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Ciampi(M5S) :Alto Calore, la Regione dia seguito agli impegni presi. La maggioranza firmi la mia mozione

redazione

Pubblicato

-

Ho depositato una mozione al presidente del (altro…)

Continua a leggere

Più letti