Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Emergenza Covid19 – La guerra dei vaccini

Federico Barbieri

Pubblicato

-

“L’Agenzia Europea per i Medicinali (E.M.A.) considera che l’autorizzazione condizionata sia il meccanismo più appropriato in questa emergenza pandemica”.

Questa la reazione dell’E.M.A. alla notizia che il Regno Unito ha dato il via libera al vaccino di Pfizer/Biontech anticipando e disattendendo le autorità europee.

Da diverse settimane gli organismi U.E. sollecitano i governi nazionali affinché nessuno agisca invocando la procedura d’emergenza nazionale.

Ciò comporterebbe spaccature nell’unità europea, con rischi per la sicurezza e la salute pubblica.

Londra, che tra un mese uscirà formalmente dalla Ue, ha scelto di dare un segnale forte ai paesi europei, rivestendo la decisione come conseguenza della Brexit.

Al riguardo si registra l’’esultanza’ del leader della Lega Salvini. 

A dirla tutta, il Regno Unito è formalmente un Paese membro dell’Unione fino al 31 dicembre, quindi deve (dovrebbe?) rispettare le disposizioni unitarie, anche le indicazioni dell’E.M.A.

Ogni Paese, ricordiamolo, può invocare l’autorizzazione d’emergenza nazionale. Perché tale ‘scorciatoia’ è sconsigliata (dall’E.M.A.)?

Una prima ragione ha a che vedere con la sicurezza: l’autorizzazione d’emergenza bypassa diversi passaggi, viene meno un controllo scrupoloso dei dati inviati dalle case farmaceutiche sulla sperimentazione e, dunque, mette a rischio la salute dei cittadini.

Una seconda ragione è relativa ai report mediatici, della stampa, con conseguenze sulla serenità dei cittadini nell’accettare di vaccinarsi.

La riuscita delle campagne di vaccinazione dipende proprio dal numero di persone che accetteranno di farsi inoculare il vaccino.

L’E.M.A. riduce i tempi rispetto ai normali protocolli di autorizzazione ma non rinuncia alla sicurezza.  

L’operazione di Londra, insomma, nasconde un’operazione di propaganda finalizzata a ‘mostrare’ che al di fuori dell’Unione Europea le cose funzionano meglio. Al punto che i cittadini inglesi avranno per primi il vaccino anticovid.

Noialtri dovremo aspettare il via libera a Pfizer (possibile entro il 29 dicembre) e a Moderna (entro il 12 gennaio).

Il leader della Lega, forse inconsapevole, ha affermato: “Ci dicevano che l’uscita dall’Europa avrebbe portato la Gran Bretagna alla rovina, invece la prossima settimana loro iniziano la somministrazione del vaccino Pfizer”.

Facile immaginare le sue esternazioni qualora l’Italia intraprenda la strada dell’autorizzazione d’emergenza.

Credo che Salvini sia l’ultimo dei problemi italiani.

Attualità

Da domani screening gratuito per docenti e personale delle scuole

redazione

Pubblicato

-

Il comune avvia una campagna screening con test antigenici rapidi  a personale docente e non docente della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado.

Su iniziativa dell’Amministrazione Comunale, da domani screening gratuito a personale docente e non docente degli Istituti Comprensivi della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado.

È in corso la ripresa delle attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado, e tale circostanza impone l’assunzione, ad ogni livello di responsabilità, di misure e azioni di prevenzione e precauzione per fronteggiare possibili situazioni di pregiudizio per la collettività.

Pertanto, su iniziativa dell’Amministrazione Comunale , e con spesa a totale a totale carico del Comune, con immediatezza e nelle more dell’avvio della medesima attività da parte della ASL e di eventuale sottoscrizione di apposito protocollo d’intesa, SI COMUNICA che:

da domani 28 gennaio 2021, presso la “Farmacia del Tricolle, in via Cardito, partirà un programma immediato di screening con l’utilizzo di test antigenici rapidi che rispettano i criteri di specificità e sensibilità disposti con apposita circolare del Ministero della Salute, a personale docente e non docente delle scuole succitate, già interessate dal ritorno in presenza.

Sarà possibile effettuare il tampone presso la farmacia, a partire dalle ore 15.00 alle ore 21.00, seguendo un cronoprogramma stabilito con il somministratore.
Al fine di un corretto inserimento dei dati anagrafici nella piattaforma dedicata della Regione Campania, “e-Covid Sinfonia”, è fortemente consigliabile, per tutti gli interessati, recarsi presso la struttura appositamente dedicata almeno 10 minuti prima dell’orario concordato con la “Farmacia del Tricolle”.

“Con questa iniziativa” – affermano l’assessore Michela Cardinale e il vicesindaco Carmine Grasso- “il Comune ha voluto dare una risposta concreta alle famiglie che vogliono che i propri figli frequentino in sicurezza gli istituti scolastici. Le legittime preoccupazioni troveranno puntuale risposta nel monitoraggio gratuito organizzato dal Comune, in attesa dello screening che sarà attivato da parte dell’ASL.
La speranza è quella di infondere fiducia perché, nonostante le difficoltà, si possa gradualmente ritornare alla normalità. ” (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Visioni in Movimento in cammino sulla Via Appia La scuola di cinema senza sedie scopre la Regina Viarum

redazione

Pubblicato

-

Al via la settima edizione della residenza artistica itinerante dedicata a giovani autori e film maker: si parte il 31 gennaio da Benevento

(altro…)

Continua a leggere

Attualità

Screening ad Ariano – Adesione altissima nella prima giornata di test

redazione

Pubblicato

-

Si  è registrata un’adesione altissima da parte dei cittadini arianesi che si sono sottoposti a test sierologico e tampone nella prima giornata dello Screening promosso  al Palazzetto dello Sport di Ariano Irpino dall’Asl di Avellino e dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, insieme all’Azienda Ospedaliera dei Colli e al Comune di Ariano Irpino nell’ambito della ricerca scientifica sul Covid19.

Su 341 persone convocate per la prima giornata, ieri 26 gennaio 2021, hanno risposto alla convocazione 318 persone, che si sono sottoposte a test sierologico e tampone.

Con la giornata di oggi, 27 gennaio 2021, si conclude il follow up sui 750 pazienti risultati positivi al Sars-Cov-2 durante lo screening sierologico che ha interessato lo scorso maggio la popolazione del comune di Ariano, primo comune campano ad essere dichiarato Zona rossa. Obiettivo dell’azione di monitoraggio è quello di valutare la durata della memoria immunitaria nei soggetti che hanno contratto il virus.

I dati raccolti nelle due giornate verranno analizzati e comparati con quelli emersi a 8 mesi di distanza dal primo screening sulla popolazione (750 positivi su 14.000 prelievi ematici effettuati), allo scopo di studiare il virus  e la risposta immunitaria nella sua evoluzione temporale, tracciando un solco nella ricerca scientifica e fornendo un modello da poter applicare ad altre realtà territoriali.

Continua a leggere

Più letti