Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Emergenza Covid-19 L’unità di Crisi ha emanato un protocollo operativo di sorveglianza sanitaria

redazione

Pubblicato

-

Si informa la cittadinanza che al fine di rendere sicura dal punto di vista sanitario, la progressiva ripresa delle attività economiche e commerciali, nonché la graduale ripresa del territorio, il Presidente della Regione Campania attraverso l’Unità di Crisi ha emanato un protocollo operativo di sorveglianza sanitaria ed epidemiologica che prevede un’azione sinergica tra i principali attori coinvolti nella gestione dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

Un piano dinamico e puntuale che consta di tre azioni integrate coordinato dal Direttore Generale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno attraverso il Nucleo emergenze da lui costituito.

L’azione 1 si focalizza sulla sorveglianza del personale sanitario e non di strutture sanitarie e assistenziali ; pazienti con sintomatologia da lieve a grave, presumibilmente riconducibile a contagio Covid 19, e familiari; soggetti venuti in contatto con pazienti positivi covid-19; verifica di guarigione per pregresse positività. In particolare la Asl programma i prelievi, il Dipartimento di Prevenzione provvede al “contenimento del contagio”con il supporto del nucleo emergenze IZSM per il campionamento sul territorio.

L’azione 2 si focalizza sulla sorveglianza sanitaria del territorio attraverso il monitoraggio capillare su scala comunale a cura dell’IZSM con il supporto del Distretto Sanitario Asl e la collaborazione del Comune per definire una programmazione dei campionamenti della cittadinanza secondo il seguente ordine di priorità: personale di pubblica utilità a sostegno dell’emergenza (forze polizia etc.); associazioni di volontariato a sostegno dell’emergenza; operatori ecologici e del trasporto pubblico; operatori per la vendita e la distribuzione di beni di prima necessità (farmacie, negozi alimentari etc.); altre aziende.

L’azione 3 si focalizza sulla sorveglianza sanitaria di operatori di imprese ed aziende produttive attualmente al lavoro o temporaneamente sospese.

Il Comune di Ariano Irpino, a supporto dell’Unità di Crisi Regionale, ha provveduto ad individuare tra la popolazione le categorie di cui all’azione 2 e 3, fornendo all’Istituto ZSM, appositi elenchi, redatti anche con l’ausilio del COC e delle associazioni di volontariato, delle persone da sottoporre allo screening tramite tampone.

Nello spirito di fattiva collaborazione con l’IZS, il Comune, per lo screening delle persone rientranti nell’azione 2 e 3, ha messo a disposizione del personale medico anche la sala presso il Palazzetto dello Sport. A tal proposito si evidenzia che, qualora si volessero effettuare gli screening direttamente in auto, è presente un adeguato spazio esterno di parcheggio annesso alla struttura.

Attualità

COLDIRETTI AVELLINO, AL VIA VACCINI TRA AGRITURISMI E CANTINE

redazione

Pubblicato

-

Irpini pronti a vaccinarsi in centri realizzati all’interno delle strutture agricole. Oggi il taglio del nastro a Montoro, presso l’azienda multifunzionale GB Agricola, che produce l’apprezzatissima cipolla ramata, prodotto agroalimentare di eccellenza e fiore all’occhiello del territorio. Il centro vaccinale, nato grazie alla disponibilità dell’ASL di Avellino, è stato ubicato all’interno dell’agriturismo dell’azienda guidata da Nicola Barbato. Da martedì apertura di un altro centro vaccinale presso il Radici Resort della storica azienda vitivinicola Mastroberardino a Mirabella Eclano, per poi proseguire – compatibilmente con la disponibilità di personale sanitario e vaccini – in altre strutture che la Coldiretti Avellino ha già messo a disposizione. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Consiglio Comunale del 12 giugno. Il punto di Federico Barbieri

Federico Barbieri

Pubblicato

-

Il “documento unico di programmazione” è previsto nel corpo dell’art. 150 del TUEL, all’interno della parte II dedicata all’ordinamento finanziario e nell’articolo 151, che reca nella rubrica “principi generali”. Quest’ultimo articolo afferma: “1. Gli enti locali ispirano la propria gestione al principio della programmazione. A tal fine presentano il Documento unico di programmazione entro il 31 luglio di ogni anno. […] Le previsioni del bilancio sono elaborate sulla base delle linee strategiche contenute nel documento unico di programmazione”.
Dal tenore della disposizione si intende che il DUP precede (non solo temporalmente) il bilancio di previsione. Possiamo affermare (come accadeva per la relazione previsionale e programmatica) che il DUP contiene la visione complessiva dell’amministrazione, espressa attraverso le “politiche” e i progetti, mentre il bilancio di previsione è “soltanto” la rappresentazione dei flussi finanziari in entrata e in uscita.
(altro…)

Continua a leggere

Attualità

Emergenza Covid in Irpinia-9 persone positive in provincia, ecco dove

redazione

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 602 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID  9 persone: (altro…)

Continua a leggere

Più letti