Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Emergenza Covid-19 Il virus Sars Cov2 si è indebolito

Federico Barbieri

Pubblicato

-

In data 25 maggio 2020 il Prof. Arnaldo Caruso – presidente della Società italiana di virologia (Siv-Isv) – dava notizia che il Laboratorio di Microbiologia dell’Asst Spedali Civili, Brescia, aveva isolato una variante di virus Sars-Cov-2 ‘’estremamente meno potentepiù buona..’’.  I ceppi virali riscontrati, isolati e sequenziati nei mesi scorsi sterminavano le cellule bersaglio in pochissimi giorni. Delle vere e proprie ‘’bombe biologiche’’.

Il virus attenzionato nello studio (ne dà notizia Adnkronos), impiega quasi il doppio del tempo,oltre 6 giorni, per attaccare le cellule.

Dallo studio è stato evidenziato, inoltre, che la variante è “geneticamente molto diversa’’.

La variante è stata isolata da un tampone che “presentava stranamente una carica virale altissima” sebbene proveniente da “un paziente completamente asintomatico“.

I Medici bresciani si sono confrontati con i colleghi virologi e microbiologi più esperti in questo campo che definiscono la sequenza ottenuta ‘’ completa e fortemente attendibile“. Il lavoro dovrebbe essere pubblicato a breve ma è già disponibile a essere condiviso dalla comunità scientifica del ramo.

L’ulteriore e positivo risultato conseguito è che esistono varianti più deboli di Sars-CoV-2  e ciò può portare ‘’alla messa a punto di vaccini attenuati contro Covid-19“.

Le differenze (o mutazioni..) riscontrate nel mondo sono migliaia e gli esperti non sono sorpresi. Oggi comunicano di aver sempre saputo che ‘’i coronavirus hanno un’alta potenzialità di mutazione”, perché “fanno della mutazione un punto di forza per replicare e propagarsi”.

Si ignora (e gli studi sono indirizzati in tal senso)  “il perché di queste mutazioni, quali sono quelle importanti ai fini della patogenicità dell’agente di Covid-19 e quanto sono diffuse”.

Le ricerche potranno, dovranno contribuire ad arricchire ‘’l’albero genealogico’’ di Sars-CoV-2; più scientifico parlare di “alberi filogenetici, gruppi all’interno dei quali vengono classificati virus vicini, simili l’uno dell’altro. Il nuovo coronavirus appare differenziato recentemente dagli altri ‘familiari’ e starebbe da solo, una sorta di capofamiglia. Almeno per ora.

‘’Il ritrovamento della modifica del virus è stato ’fortunato’, grazie alla causalità del tampone a carica virale molto alta per questa fase epidemica’’.

La prospettiva di giungere a conoscere tutto di questo virus e conseguire appropriate cure contro la malattia Covid, anche vaccini attenuati (come contro morbillo, rosolia), è importante e fondata.

La ricerca sul virus, in poche parole, può dare le armi per vincerlo.

Attualità

Emergenza Covid19 – Altri sette casi di positività in Irpinia

redazione

Pubblicato

-

L’Asl di Avellino ha comunicato la positività al Coronavirus di altre sette persone residenti in Irpinia. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Concorso di”Primario di Chirurgia Generale all’ospedale di Ariano”-Il Tribunale di Benevento ha dichiarato illegittima la selezione

redazione

Pubblicato

-

Il tribunale di Benevento ha dichiarato illegittima la selezione del primario di chirurgia generale dell’Ospedale di Ariano Irpino indetta dalla Asl di Avellino nel 2018, accogliendo il ricorso presentato da uno dei candidati non selezionato, già primario facente funzioni di quel reparto, Carmine Grasso. La nomina del nuovo primario è avvenuta in via fiduciaria da parte del Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Locale di Avellino, Maria Morgante, sulla base del punteggio attribuito da una commissione di dirigenti su una rosa di tre candidati. Ma proprio l’assegnazione del punteggio è stata dichiarata dal giudice del lavoro “in contrasto con i principi di buona fede e correttezza“.

(altro…)

Continua a leggere

Attualità

Emergenza Covid19 – Nuove restrizioni in Campania con l’ordinanza di De Luca

redazione

Pubblicato

-

Il governatore Vincenzo De Luca, preso atto dell’aumentare di casi positivi con un record negativo fissato al 28 settembre con 295 positività, ha deciso di aumentare le restrizioni con l’ordinanza n.75, la quale con decorrenza immediata e fino al 7 ottobre 2020, salvo ulteriori modifiche in conseguenza dell’andamento della situazione epidemiologica quotidianamente rilevata vedrà nuovamente aumentare le restrizioni al normale andamento della vita quotidiana. (altro…)

Continua a leggere

Più letti