Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Emergenza Covid-19 Il Coronavirus è tornato

Federico Barbieri

Pubblicato

-

A dire il vero non è sparito. Non scompare per magia, non scomparirà con il decantato vaccino. Le disposizioni regionali avevano revocato l’obbligatorietà della mascherina. I cittadini, molti, l’hanno indossata e la indossano; alcuni, in barba alla prudenza, si riappropriano della ‘’socialità’’ di gruppo, di partecipazione. Le stanze di terapia intensiva erano vuote, alcuni plessi ospedalieri hanno sbandierato il completamento di reparti di T.I. senza personale specializzato.

Ed ecco, dopo i due casi nel salernitano (un cittadino proveniente dagli U.S.A. asintomatico e il marito di una dottoressa), due casi di accertato contagio in Irpinia. A Moschiano una partoriente si reca all’ospedale di Nola per dare alla luce il suo bambino e i medici scoprono che è contagiata dal Coronavirus. Il bimbo è nato, sta bene. Medici, infermieri e tutte le persone in contatto con la donna sono stati sottoposti a tampone. I locali sanificati.

A Santa Lucia di Serino, il sindaco ha utilizzato anche il social per ridestare l’attenzione della sua comunità al distanziamento e al rispetto delle regole anti contagio. La persona contagiata, 69 anni, origini sudamericane, da febbraio risiedeva nel comune Irpino. Da qualche giorno accusava difficoltà respiratorie, febbre, bradicardia. Condizioni sanitarie confermate presso l’ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino. Trasferito quindi nel reparto rianimazione. L’ASL ha fatto partire l’indagine epidemiologica effettuando tamponi tra familiari e contatti del 69enne. Si attende l’esito di una ventina di tamponi. L’uomo da diversi giorni non andava al lavoro ma l’ASL ha predisposto verifica anche all’interno del luogo di lavoro, un’azienda agricola.

La positività del 69enne al coronavirus era stata accertata giovedì scorso. Il suo medico curante aveva chiesto verifica all’Asl, visto il complesso quadro clinico dell’uomo e l’aggravarsi delle sue condizioni. Il 69enne ieri è arrivato al pronto soccorso con difficoltà respiratorie, febbre alta, bradicardia e ipotensione.

Il virus è mutato, cosa ormai accertata, e ha una diversa, pare superiore contagiosità. Non si fa allarmismo invitando tutti a tenere presente che l’obbligo della mascherina e il distanziamento nelle zone o microzone rosse deve essere una sana abitudine. Soprattutto in ambienti chiusi o all’aperto ove non sia possibile distanziarsi.

Attualità

Francesco Paolo Sgobbo, lo scienziato arianese pioniere della Radiologia medica

Floriana Mastandrea

Pubblicato

-

Nacque il 10 agosto 1860 ad Ariano (l’attuale Ariano Irpino) e con la sua opera, svolta prevalentemente a Napoli, (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Paura del Covid o di come si affronta?

Federico Barbieri

Pubblicato

-

Niente lockdown in Campania, almeno per ora, però restano i tanti i contagiati e gli asintomatici che congestionano gli Ospedali Campani.  (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Il Commissario D’Agostino saluta la città di Ariano

redazione

Pubblicato

-

Il Commissario Straordinario del comune di Ariano, ha effettuato il passaggio di consegne con il neo eletto sindaco Enrico Franza, attraverso una nota di commiato, fatta recapitare al primo cittadino del tricolle. Di seguito la nota integrale della dottoressa Silvana D’Agostino: (altro…)

Continua a leggere

Più letti