Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Emergenza Covid-19 Il Coronavirus è tornato

Federico Barbieri

Pubblicato

-

A dire il vero non è sparito. Non scompare per magia, non scomparirà con il decantato vaccino. Le disposizioni regionali avevano revocato l’obbligatorietà della mascherina. I cittadini, molti, l’hanno indossata e la indossano; alcuni, in barba alla prudenza, si riappropriano della ‘’socialità’’ di gruppo, di partecipazione. Le stanze di terapia intensiva erano vuote, alcuni plessi ospedalieri hanno sbandierato il completamento di reparti di T.I. senza personale specializzato.

Ed ecco, dopo i due casi nel salernitano (un cittadino proveniente dagli U.S.A. asintomatico e il marito di una dottoressa), due casi di accertato contagio in Irpinia. A Moschiano una partoriente si reca all’ospedale di Nola per dare alla luce il suo bambino e i medici scoprono che è contagiata dal Coronavirus. Il bimbo è nato, sta bene. Medici, infermieri e tutte le persone in contatto con la donna sono stati sottoposti a tampone. I locali sanificati.

A Santa Lucia di Serino, il sindaco ha utilizzato anche il social per ridestare l’attenzione della sua comunità al distanziamento e al rispetto delle regole anti contagio. La persona contagiata, 69 anni, origini sudamericane, da febbraio risiedeva nel comune Irpino. Da qualche giorno accusava difficoltà respiratorie, febbre, bradicardia. Condizioni sanitarie confermate presso l’ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino. Trasferito quindi nel reparto rianimazione. L’ASL ha fatto partire l’indagine epidemiologica effettuando tamponi tra familiari e contatti del 69enne. Si attende l’esito di una ventina di tamponi. L’uomo da diversi giorni non andava al lavoro ma l’ASL ha predisposto verifica anche all’interno del luogo di lavoro, un’azienda agricola.

La positività del 69enne al coronavirus era stata accertata giovedì scorso. Il suo medico curante aveva chiesto verifica all’Asl, visto il complesso quadro clinico dell’uomo e l’aggravarsi delle sue condizioni. Il 69enne ieri è arrivato al pronto soccorso con difficoltà respiratorie, febbre alta, bradicardia e ipotensione.

Il virus è mutato, cosa ormai accertata, e ha una diversa, pare superiore contagiosità. Non si fa allarmismo invitando tutti a tenere presente che l’obbligo della mascherina e il distanziamento nelle zone o microzone rosse deve essere una sana abitudine. Soprattutto in ambienti chiusi o all’aperto ove non sia possibile distanziarsi.

Attualità

GIORNATA NAZIONALE DONAZIONE ORGANI, AD AVELLINO ILLUMINATI PALAZZO DELLA PROVINCIA, LA PREFETTURA E LA FONTANA BELLEROFONTE

redazione

Pubblicato

-

11 aprile, Giornata Nazionale della Donazione di organi, tessuti e cellule: una preziosa occasione per portare l’attenzione della cittadinanza tutta su di un tema di tale rilievo umanitario e, quindi, per rammentare a ciascun cittadino la centralità della donazione degli organi, dei tessuti e delle cellule nella cura di patologia severe.

(altro…)

Continua a leggere

Attualità

Emergenza Covid in Irpinia – 99 persone positive in provincia, ecco dove

redazione

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica che, su 1.265 tamponi analizzati, sono risultate positive al COVID 99 persone: (altro…)

Continua a leggere

Attualità

FORMIDABILE SCOPERTA ARCHEOLOGICA NEL TERRITORIO DI ARIANO

Grazia Vallone

Pubblicato

-

Recenti scavi hanno riportato alla luce un sito insediativo di grandissimo valore archeologico nel territorio di Ariano, a ridosso dell’insediamento sannita – romano di Aequum Tuticum, in prossimità dell’area tratturale e della via Francigena. Le trincee di scavo hanno sondato le mura perimetrali di un’estesa villa rustica di circa 1.000 mq, dotata di pars dominica, due torri angolari e ambienti di lavoro per il ricovero degli attrezzi e magazzini intorno ad un’ampia aia chiusa a ridosso di altri ambienti. (altro…)

Continua a leggere

Più letti