Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Cittadinanza Onoraria e Integrazione Culturale il PSI promotore di istanze sociali

redazione

Pubblicato

-

Su alcune tematiche  sensibili  grazie all’ attenzione del PSI, sono tornati al centro del dibattito cittadino, temi quali Diritti Umani, Ius Culturae e Ius Soli.

Durante l’ultimo consiglio comunale, tenutosi l’8 Marzo, è stato discusso ed approvato il regolamento che identifica i criteri per il conferimento dell’onorificenza “Cittadinanza Onoraria” e della “Cittadinanza Onoraria per Ius Culturae.

La necessità di adottare tale regolamento nasce da una duplice esigenza: la prima quella di colmare un vuoto, considerata l’assenza di tale specifico regolamento, ed in secondo luogo dalla necessità di rispondere alla richiesta, da parte di giovani concittadini, di conferire l’onorificenza a PatrikGeorge Zaki.

Patrick George Zaki, attivista e ricercatore egiziano, si trova dall’8 febbraio 2020 in detenzione preventiva. In questi tredici mesi l’autorità giudiziaria egiziana, ferma a causa della pandemia da Covid-19, ha procrastinato le udienze le quali dovevano esprimere il proprio verdetto sullo stato di detenzione di Zaki.

In seguito a queste duplice esigenza la sezione cittadina del Partito Socialista Italiano, intitolata al compagno, concittadino e membro dell’Assemblea Costituente, Ireneo Vinciguerra ha colto l’occasione per arricchire in maniera strutturale la proposta di regolamento introdotta dalla maggioranza consiliare.

Punto degno di nota all’interno del Regolamento per il riconoscimento ed il conferimento della “Cittadinanza Onoraria” e della “Cittadinanza Onoraria per Ius Culturae, è l’introduzione, tra le ragioni per il conferimento dell’onorificenza, dell’impegno nella difesa dei Diritti Umani e delle Libertà Fondamentali e della possibilità di assegnare la Cittadinanza Onoraria per Ius Culturae allo straniero residente ad Ariano Irpino che sia nato in Italia o vi abbia fatto ingresso successivamente, in base ad una delle seguenti motivazioni:

per aver frequentato regolarmente nel territorio nazionale, per almeno cinque anni, uno o più cicli di istruzione o percorsi di istruzione e formazione professionale idonei al conseguimento di una qualifica professionale.
nel caso in cui la frequenza riguardi il corso di istruzione primaria, è altresì necessaria la conclusione positiva di tale corso.

Accogliamo con favore l’attenzione che tale documento, intriso di tematiche fondamentali per la nostra comunità quali il diritto all’integrazione, ha suscitato all’interno di tutta l’assise comunale.

L’ottimo lavoro svolto dalla maggioranza consiliare, è stato possibile grazie  al contributo apportato dai nostri più giovani concittadini che, tramite un lavoro sinergico con l’Amministrazione, fattivamente hanno collaborato alle determinazioni del più rilevante organo rappresentativo della nostra comunità.

Attualità

L’Alto Calore sospende l’erogazione idrica per rottura condotta adduttrice

redazione

Pubblicato

-

L’Alto Calore Servizi ha comunicato che, a causa di rottura della condotta adduttrice in agro di Castelfranci in data odierna martedì 26 ottobre 2021, è sospesa l’erogazione idrica. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Covid in Irpinia-5 persone positive in provincia

redazione

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 138 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 5 persone:

(altro…)

Continua a leggere

Attualità

Ad Ariano Irpino 27 ottobre, intervento di derattizzazione

redazione

Pubblicato

-

Il Comune di Ariano Irpino informa la cittadinanza che mercoledì 27 ottobre 2021,  è previsto un intervento di derattizzazione  su tutto il territorio  comunale.

Le operazioni di derattizzazione  avranno inizio dalle ore 7  in poi.

L’intervento di bonifica ambientale sarà realizzato, come di consuetudine, da un’impresa incaricata dall’Asl, con la collaborazione ed il controllo del personale comunale.

E’ importante  che  la popolazione osservi le seguenti precauzioni:

tenere, in quelle ore, le finestre chiuse;

non lasciare alimenti sui balconi;

evitare di stendere i panni all’esterno;

non circolare e fermarsi nelle aree trattate per tutto il periodo delle operazioni;

non rimuovere le esche ratticide dai luoghi ove sono state disposte.

(altro…)

Continua a leggere

Più letti