Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Antonio Bianco: Il M5S e la “secessione dei ricchi”, lettera aperta all’on. Generoso Maraia

Antonio Bianco

Pubblicato

-

Gentile On. Generoso Maraia, ho avuto modo di leggere l’intervista da lei concessa alla giornalista Floriana

Mastandrea, ho apprezzato il suo entusiasmo e l’impegno nel difendere i diritti dei suoi concittadini costretti, dall’imperizia di alcuni o dalla poca sollecitudine di altri, ad essere considerati, dai paesi confinati, degli allegri untori. Si è prodigato per reperire le mascherine, di cui lei stesso ha fatto grato dono alla comunità. È ammirevole la forza con la quale propone di trasformare il Presidio Ospedaliero di Ariano in Dipartimento di Emergenza e Accettazione di1° livello (DEA) al fine di offrire adeguata assistenza e cura ad un probabile bacino di utenza di circa 100 mila cittadini. Punta il dito contro un apparato Sanitario incapace di affrontare l’emergenza Covid-19 ed invoca le dimissioni del Direttore Generale dell’ASL di Avellino, dott.ssa Maria Morgante, ritenuta, a suo dire, la responsabile dell’intempestiva azione tesa a contenere il contagio. Ben sa che la dott.ssa Morgante è l’espressione di una fase politica mai trascorsa, che nell’avellinese individua in De Mita, politico di notevole caratura, uno dei massimi esponenti locali, capace di influire anche sulle scelte di De Luca, già commissario straordinario alla Sanità nella fase del rientro dal disavanzo finanziario e Presidente della Regione Campania.

On. Generoso Maraia, Lei chiederà le dimissioni di De Luca, oppure si fermerà all’ultimo anello di questa infinita catena?

Nella parte finale della sua intervista afferma: “[…] Ciò che proporrò al Governo è di investire in un modello che concepisce i beni e servizi di prima necessità come l’acqua, la sanità, la scuola, come pubblici, senza cogestione privata, perché quest’ultima ha determinato confusione e sprechi di denaro. Lo Stato con la riforma del titolo V della Costituzione, non controlla nulla di tutto ciò. Dopo questa crisi, il Governo deve fare investimenti nella sanità pubblica, che non può essere intesa come un ufficio di collocamento […]”.

Plaudo alla sua convinta scelta di ripensare al modello di Federalismo disegnato nel Titolo V della Costituzione ed al desiderio di dare vero contenuto all’Unità ed alla coesione Nazionale. Le ricordo, però, che il M5S era alleato prima con la Lega e poi con il PD del Governo Conte ed il programma, precedente ed attuale, conferma la volontà di portare a termine i progetti di autonomia regionale differenziata,così come indicato nei punti A e B:

  1. […] 20. RIFORME ISTITUZIONALI, AUTONOMIA E DEMOCRAZIA DIRETTA (M5S – Lega)

Sotto il profilo del regionalismo, l’impegno sarà quello di porre come questione prioritaria nell’agenda di Governo l’attribuzione, per tutte le Regioni che motivatamente lo richiedano, di maggiore autonomia in attuazione dell’art. 116, terzo comma, della Costituzione, portando anche a rapida conclusione le trattative tra Governo e Regioni attualmente aperte […]

  1. Volontà confermata nell’accordo tra M5S ed il PD del Governo Conte bis:

[…] 17) È necessario completare il processo di autonomia differenziata giusta e cooperativa, che salvaguardi il principio di coesione nazionale e di solidarietà, la tutela dell’unità giuridica e economica. Occorre inoltre avviare un serio piano di riorganizzazione degli enti locali, sopprimendo gli enti inutili […].

Sono convinto della sua buona fede, anche se le sue dichiarazioni stridono con gli accordi di governo siglati prima con la Lega ed ora con il PD del Governo Conte bis.

Le ricordo, senza alcuna presunzione, ma solo come dato oggettivo, che le Regioni Veneto, Lombardia e Emilia Romagna, hanno presentato i progetti di autonomia regionale differenziata, vera“secessione dei ricchi”, ai quali la maggioranza, di cui lei è parte attiva e propositiva, darà attuazionecon il programma di governovotato in Parlamento (vedi punto B). Se così fosse, si confermerebbero le differenze socio-economiche tra il Nord ricco ed il Sud condannato a spopolarsi, a causa dell’emigrazione. Dati e fatti confermati dal rapporto annuale dello Svimez, dall’Eurispes, nonché da costituzionalisti ed economisti preoccupati dalla volontà di portare a compimento i detti progetti, vera iattura per l’intera economia italiana. Né verrebbe mai più affrontata la Questione Meridionale, plasticamente raffigurante il Paese diviso a metà, due pesi e due misure, con 21 milioni di cittadini italiani esclusi dal godimento dei diritti di cittadinanza.

On. Generoso Maraia, sono convinto della sua buona fede, le chiedo, se lo riterrà opportuno, di chiarire ai cittadini italiani:

  1. Se lei vuole portare a compimento la “secessione dei ricchi” con i progetti presentati dalle Regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna come specificato nel programma di governo M5S-PD riprodotto al punto B;

  2. Se chiederà che i predetti progetti siano stralciati dal programmo di governo di Conte bis;

  3. Se, insieme ad altri, presenterà una proposta di legge di riforma del titolo V della Costituzione al fine di rendere reale l’Unità e la coesione Nazionale;

  4. Se per le prossime elezioni Regionali in Campania accoglierà con favore la candidatura di De Luca in un accordo programmatico tra M5S e PD.

La ringrazio e le invio i miei più cordiali saluti.

Attualità

Emergenza Covid19 – Altri sette casi di positività in Irpinia

redazione

Pubblicato

-

L’Asl di Avellino ha comunicato la positività al Coronavirus di altre sette persone residenti in Irpinia. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Concorso di”Primario di Chirurgia Generale all’ospedale di Ariano”-Il Tribunale di Benevento ha dichiarato illegittima la selezione

redazione

Pubblicato

-

Il tribunale di Benevento ha dichiarato illegittima la selezione del primario di chirurgia generale dell’Ospedale di Ariano Irpino indetta dalla Asl di Avellino nel 2018, accogliendo il ricorso presentato da uno dei candidati non selezionato, già primario facente funzioni di quel reparto, Carmine Grasso. La nomina del nuovo primario è avvenuta in via fiduciaria da parte del Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Locale di Avellino, Maria Morgante, sulla base del punteggio attribuito da una commissione di dirigenti su una rosa di tre candidati. Ma proprio l’assegnazione del punteggio è stata dichiarata dal giudice del lavoro “in contrasto con i principi di buona fede e correttezza“.

(altro…)

Continua a leggere

Attualità

Emergenza Covid19 – Nuove restrizioni in Campania con l’ordinanza di De Luca

redazione

Pubblicato

-

Il governatore Vincenzo De Luca, preso atto dell’aumentare di casi positivi con un record negativo fissato al 28 settembre con 295 positività, ha deciso di aumentare le restrizioni con l’ordinanza n.75, la quale con decorrenza immediata e fino al 7 ottobre 2020, salvo ulteriori modifiche in conseguenza dell’andamento della situazione epidemiologica quotidianamente rilevata vedrà nuovamente aumentare le restrizioni al normale andamento della vita quotidiana. (altro…)

Continua a leggere

Più letti