Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Amministrative ad Ariano – Patto Civico:”Ripartire dalla nostra città”

redazione

Pubblicato

-

Ripartire dalla nostra Ariano per renderla una città accogliente, moderna, riferimento per il territorio.

E’ su questa base che nasce Patto Civico per Ariano, una iniziativa lontana dai partiti, che ha l’obiettivo di ricostruire il tessuto sociale, rinnovando il ‘patto di fiducia’ tra istituzioni e cittadini.

L’emergenza sanitaria di questi mesi, il dolore subito dalla città, le scelte difficili intraprese a fronte di un evento imprevedibile hanno sollecitato una profonda riflessione: per ritornare punto di riferimento per l’intero comprensorio e occupare un posto strategico ai tavoli decisionali che contano, la città di Ariano Irpino deve avere una guida autorevole, competente, stabile.

Le vecchie logiche di partito, caratterizzate da tatticismi esasperanti, però, hanno dimostrato di essere perdenti rispetto all’importante partita che si gioca per lo sviluppo del territorio. Logiche che hanno imbrigliato le aspettative di futuro e di benessere della comunità, legandole al palo per troppo tempo, per far posto ad azioni vecchie, improntate a giochi di potere, espressione di un certo modo di fare politica, slegate dai veri bisogni della comunità e incapaci di fornire un’idea lungimirante della città.

Per raccogliere il guanto di sfida di una società che cambia velocemente, è necessario ripartire da un concetto nuovo di politica, che metta al centro il vero bene di una comunità e abbia la consapevolezza di doversi aggiornare per proporre modelli economici nuovi.

Patto Civico per Ariano intende accettare questa sfida, scendendo in campo per le prossime amministrative, con un programma che riparte dalle persone, dal patrimonio di valori delle associazioni, ben espresso durante le lunghe settimane dell’emergenza sanitaria, da una valorizzazione delle tradizioni e della cultura di questa città, dalla volontà di ricomporre il tessuto sociale, valorizzando idee, progetti, saper fare e quindi la competenza delle persone, in un’ottica di incontro con gli altri, che pure vivono ad Ariano, sperano e sognano una città diversa. Rispetto per la cosa pubblica, per l’ambiente, modi innovativi di fare impresa, al passo con i tempi e con la tecnologia, inoltre, vanno ad arricchire il ventaglio di idee di Patto Civico per Ariano. Dunque, cuore e radici nella città del Tricolle, ma sguardo e mente proiettati al di fuori dei confini provinciali e regionali per intercettare le opportunità che possono far rifiorire davvero Ariano Irpino.

Da questo vogliamo ripartire per disegnare la città del futuro, che attingerà linfa vitale dalla concretezza di idee che abbiamo il dovere di mettere in campo oggi, noi, con il contributo di tutte le forze civiche politiche che vorranno condividere la nostra visione dell’Ariano futura.

Attualità

Emergenza Covid19 – Continuano a salire i contagi in Irpinia, oggi 16 i nuovi casi, ecco dove.

redazione

Pubblicato

-

Continuano a salire i contagiati da Covid-19 in provincia di Avellino. Oggi sono risultati positivi al coronoavirus i tamponi effettuati su 16 persone, questi i comuni interessati

1 residente a Baiano, già sottoposto a test sierologico;

4 a Cervinara, di cui un rientro dall’estero e un contatto;

1 a Chiusano San Domenico, rientro dall’estero;

3 a Conza della Campania, di cui due contatti di positivo;

1 a Frigento; 1 a Grottaminarda, contatto di caso;

1 Mirabella Eclano, contatto di caso;

3 a San Martino Valle Caudina, di cui due contatti di caso;

1 a Trevico.

Continua a leggere

Attualità

Elezioni Ariano – Ariano Che Produce fuori dal Patto Civico

redazione

Pubblicato

-

Dalla lista civica “Ariano Che Produce”, riceviamo e pubblichiamo: (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Premio GUIDO DORSO” – Targa del Presidente della Repubblica Mattarella al Centro di ricerca Biogem di Ariano Irpino

redazione

Pubblicato

-

L’iniziativa – patrocinata dal Senato, dal Cnr e dall’Università di Napoli “Federico II” – è giunta
alla 41° edizione. A Palazzo Giustiniani i riconoscimenti ai nuovi “Ambasciatori del Mezzogiorno”
PREMI: AL SENATO LA CONSEGNA DEL “GUIDO DORSO”

Saranno consegnati lunedì 12 ottobre, alle ore 16, presso la sala Zuccari di palazzo Giustiniani, i
premi “Guido Dorso”, promossi dall’omonima associazione presieduta da Nicola Squitieri.
L’iniziativa – patrocinata dal Senato della Repubblica, dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e
dall’Università degli studi di Napoli “Federico II” – segnala dal 1970 contestualmente giovani
studiosi del nostro Mezzogiorno e personalità del mondo istituzionale, economico, scientifico e
culturale che “hanno contribuito con la loro attività a sostenere le esigenze di sviluppo e di
progresso del Sud”. I riconoscimenti intendono dare sempre più visibilità all’altra faccia del Sud.
Quella efficiente, che fa profitti, che promuove iniziative vincenti. che vuole indicare quei percorsi
operosi nel mondo dell’imprenditoria, della ricerca, dell’innovazione, non un Sud delle
lamentazioni ma protagonista del suo sviluppo. Destinatari quest’anno per le varie sezioni della 41°
edizione sono: Filippo Patroni Griffi, presidente del Consiglio di Stato (istituzioni); Gaetano
Manfredi, ministro dell’Università e della Ricerca (università); Roberto Defez, direttore laboratorio
di biotecnologie microbiche dell’istituto di bioscienze e biorisorse del Cnr di Napoli (ricerca): Paolo
Scudieri, presidente Adler Pelzer Group (imprenditoria); Federico Pirro, Università di Bari
(economia); Giovanni Grasso, consigliere per la stampa e la comunicazione del Presidente della
Repubblica (giornalismo). La sezione ordinaria è stata assegnata alla dott.ssa Eva Panetti
(Università Parthenope) per il progetto di ricerca “Imprenditorialità e innovazione in Campania”.
La targa di rappresentanza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, destinata ad
una istituzione che opera per il progresso economico, sociale e culturale del Mezzogiorno, è
stata quest’anno conferita al Centro di ricerca Biogem di Ariano Irpino, presieduto da
Ortensio Zecchino.
Nel manifestare la propria soddisfazione per l’ambito riconoscimento del Capo dello Stato, il prof.
Zecchino ha tra l’altro dichiarato che: “E’ motivo di grande orgoglio per la Comunità scientifica di
Biogem ricevere, nell’ambito del Premio Dorso, la Targa del Presidente della Repubblica,
ricordando l’onore che il Presidente Mattarella ci ha fatto visitando il nostro Istituto nel settembre
del 2018. Un riconoscente pensiero va alla Associazione Guido Dorso e al suo Presidente per
l’azione di stimolazione culturale che da anni meritoriamente svolge per la crescita del
Mezzogiorno.”
La commissione giudicatrice è composta da: Giuseppe Provenzano, ministro per il Sud e la
coesione territoriale; Andrea Amatucci, presidente del comitato scientifico dell’associazione Dorso;
Massimo Inguscio, presidente del Cnr; Arturo De Vivo, rettore dell’università di Napoli “Federico
II”, Nicola Squitieri, presidente dell’associazione Dorso, e Francesco Saverio Coppola, segretario
della commissione.
Nell’albo d’onore dei vincitori del “Guido Dorso” figurano alcuni tra i più autorevoli esponenti del
mondo delle istituzioni, della ricerca, dell’economia e della cultura: da Giovanni Leone a Giorgio
Napolitano; da Renato Dulbecco a Franco Modigliani; da Antonio Marzano a Pietro Grasso; da
Pasquale Saraceno a Francesco Paolo Casavola; da Antonio D’Amato a Dominick Salvatore. Il
premio Dorso consiste in un’artistica opera in bronzo creata, in esclusiva, dallo scultore Giuseppe
Pirozzi. L’evento – che si svolgerà in sicurezza e nel rispetto delle norme anti covid – sarà trasmesso in diretta sul sito web del Senato e dell’Associazione Dorso. (altro…)

Continua a leggere

Più letti