Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Alimentazione e Nutrizione – Il Vegetarianismo

redazione

Pubblicato

-

Di Yvonne Pizza

Neologismo del XX secolo, dalla radice vegetus (sano, vigoroso, attivo..).

La scelta di adottare un’alimentazione basata su cibi vegetali è diventata sempre più popolare e prende origine da motivazioni diverse: etiche, eco-ambientali, sociali e salutistiche.

Non è vero che si ha bisogno della carne per vivere, lo dimostrano le tante persone che, vegetariane da anni, arrivano alla vecchiaia esattamente come gli altri.

Nell’ambito dell’alimentazione vegetariana, è possibile fare riferimento a due modelli principali, che risultano essere diffusi e studiati.

Il modello Latto-Ovo-Vegetariano (LOV) che esclude tutti i tipi di carne, include latte e derivati (formaggi e latticini), uova, miele e un’ampia varietà di tutti i gruppi di alimenti vegetali

Il modello Vegano che esclude tutti i tipi di carne, latte e derivati, uova e miele, ma viene consumata un’ampia varietà di alimenti vegetali.

Nel contesto dell’alimentazione a base vegetale, esistono anche altri modelli come “crudismo”: vengono assunti verdure, frutta fresca e secca, semi, cereali e legumi germogliati, latte, uova, tutti senza essere cotti;

fruttarismo”, che prevede solo frutta fresca, secca e ortaggi a frutto (cetriolo, zucchine, zucca, pomodoro ecc..).

I primi due modelli sono, sicuramente, quelli più diffusi, più adeguati e salutistici, in quanto includono il consumo variato di tutti gli alimenti vegetali. Al contrario sono restrittivi e quindi rischiosi: crudismo, fruttarismo.

Va posta attenzione all’apporto proteico, vitaminico (in particolare la vitamina B12 presente solo negli alimenti di origine animale) e di alcuni minerali come ferro, calcio, zinco e selenio indispensabili all’organismo in quanto la loro mancanza può provocare vari disturbi.

L’apporto proteico dei vegetariani è adeguato al fabbisogno e sovrapponibile a quello dei non vegetariani, le proteine si trovano nella soia, nei cereali, nelle lenticchie, nei funghi, nei pistacchi, nel lievito di birra e nel grano.

Pertanto è importante che chi sceglie di seguire una dieta vegetariana si garantisca un abbondante razione di questi alimenti.

La vitamina B12 invece la troviamo, per i vegetariani, nel latte, nel formaggio e nelle uova; i vegani devono assumerla mediante preparati farmaceutici.

Il calcio lo troviamo nel latte, nel cavolo, negli spinaci, nella cicoria, nelle mandorle, nelle noci; il ferro è disponibile nei cavoli e cavolfiori, nei legumi, nel prezzemolo, nelle fragole, nelle arance; lo zinco e selenio nel latte, nelle uova e nel formaggio.

Una dieta vegetariana ben bilanciata, variata nella scelta degli alimenti dei diversi gruppi alimentari, comporta sicuramente un rischio ridotto per molte malattie croniche, un aumento della longevità, ridotti valori di peso corporeo e pressione arteriosa e un migliore stato generale di salute.

Attualità

Francesco Paolo Sgobbo, lo scienziato arianese pioniere della Radiologia medica

Floriana Mastandrea

Pubblicato

-

Nacque il 10 agosto 1860 ad Ariano (l’attuale Ariano Irpino) e con la sua opera, svolta prevalentemente a Napoli, (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Paura del Covid o di come si affronta?

Federico Barbieri

Pubblicato

-

Niente lockdown in Campania, almeno per ora, però restano i tanti i contagiati e gli asintomatici che congestionano gli Ospedali Campani.  (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Il Commissario D’Agostino saluta la città di Ariano

redazione

Pubblicato

-

Il Commissario Straordinario del comune di Ariano, ha effettuato il passaggio di consegne con il neo eletto sindaco Enrico Franza, attraverso una nota di commiato, fatta recapitare al primo cittadino del tricolle. Di seguito la nota integrale della dottoressa Silvana D’Agostino: (altro…)

Continua a leggere

Più letti