Mettiti in comunicazione con noi

Cultura Eventi e Spettacolo

8 Maggio: Victory Day in Europa, ricordare per non ripetere gli errori del passato

Rosa D'Apice

Pubblicato

-

Quelli che non ricordano il passato sono condannati a ripeterlo”, è la frase che si trova incisa in trenta lingue su un monumento nel campo di concentramento di Dachau. Per questo l’8 Maggio è stato proclamato in Europa il “Victory in Europa Day” o “V-E-Day”. L’8 Maggio del 1945 è ricordato come la giornata della vittoria, la data in cui si chiuse la Seconda Guerra mondiale con l’entrata in vigore dell’armistizio tra la Germania e le Forze alleate. Ma la Germania, dopo oltre 70 anni, ancora oggi si rifiuta di celebrare questa giornata. Basti ricordare che nel 1970, il cancelliere socialdemocratico Willy Brandt sosteneva che “le sconfitte non si festeggiano” essendo l’8 Maggio del ‘45 una giornata di liberazione solo per i prigionieri dei campi di concentramento, mentre per molti Tedeschi è un giorno di sconfitta per la perdita di ampie parti della Germania e per le tante donne tedesche violentate dall’Armata Rossa. Successivamente, nel 1985, 15 anni dopo, il Presidente della Repubblica Richard von Weizsaecker torna sull’argomento ma per parlare della necessità di celebrare l’8 Maggio come “un giorno di liberazione” rivolgendo il suo sguardo di rimprovero al cancelliere Helmut Kohl che 3 giorni prima si era recato in visita, col Presidente Americano Ronald Reagan, al cimitero dove sono sepolti gli ufficiali delle SS. A Gennaio di quest’anno, Esther Bejarano, novantaseienne sopravvissuta ad Auschwitz dove suonava la fisarmonica nell’orchestra del campo, stanca delle titubanze della Germania sulla questione, ha scritto al presidente della Repubblica Frank Walter Steinmeier e alla Cancelliera Angela Merkel per chiedere che l’8 Maggio venga finalmente ricordato anche in Germania “come la data della liberazione e della sconfitta del regime nazista”. In seguito al suo appello, l’Associazione dei perseguitati del regime nazista (VV-BdA), ha lanciato una petizione sostenuta dai Verdi di Katrin Goring-Eckerdt e dal partito dei Linke. Ad oggi 80.000 persone hanno sottoscritto la petizione, intanto l’appello è stato accolto dalla città di Berlino che già da quest’anno ha dichiarato l’8 Maggio un giorno di festa e di liberazione dai 12 anni di orrori e stermini nazisti. Questo 75° anniversario della liberazione dovrebbe portare coscienza tra i popoli e spirito di comunione, mentre tutto questo resta ancora un desiderio da realizzare. L’apertura del cancello di Auschwitz, è un simbolo che indica la fine di uno degli incubi peggiori dell’umanità. È importante “ricordare” per evitare la tragedia peggiore: l’uccisione dell’umanità.

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

GIORNATA NAZIONALE DONAZIONE ORGANI, AD AVELLINO ILLUMINATI PALAZZO DELLA PROVINCIA, LA PREFETTURA E LA FONTANA BELLEROFONTE

redazione

Pubblicato

-

11 aprile, Giornata Nazionale della Donazione di organi, tessuti e cellule: una preziosa occasione per portare l’attenzione della cittadinanza tutta su di un tema di tale rilievo umanitario e, quindi, per rammentare a ciascun cittadino la centralità della donazione degli organi, dei tessuti e delle cellule nella cura di patologia severe.

(altro…)

Continua a leggere

Attualità

FORMIDABILE SCOPERTA ARCHEOLOGICA NEL TERRITORIO DI ARIANO

Grazia Vallone

Pubblicato

-

Recenti scavi hanno riportato alla luce un sito insediativo di grandissimo valore archeologico nel territorio di Ariano, a ridosso dell’insediamento sannita – romano di Aequum Tuticum, in prossimità dell’area tratturale e della via Francigena. Le trincee di scavo hanno sondato le mura perimetrali di un’estesa villa rustica di circa 1.000 mq, dotata di pars dominica, due torri angolari e ambienti di lavoro per il ricovero degli attrezzi e magazzini intorno ad un’ampia aia chiusa a ridosso di altri ambienti. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Domani10 aprile 2021 sarà celebrato il 169°Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato

redazione

Pubblicato

-

Domani, 10 aprile 2021, in tutte le città d’Italia, sarà celebrato il 169° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato. La data è una ricorrenza speciale: coincide infatti con il giorno della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della legge n. 121 del 1981, recante il “Nuovo Ordinamento dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza”. Dunque, sono esattamente 40 anni che con tale legge la Polizia di Stato ha assunto l’attuale veste di “corpo civile militarmente organizzato”, per garantire la tutela dello Stato e dei suoi cittadini, prevenire e contrastare tutte le espressioni della criminalità e le turbative all’ordine ed alla sicurezza pubblica. (altro…)

Continua a leggere

Più letti