Connect with us
Golden Pharma

Attualità

CittadinanzAttiva :”Sul piano ospedaliero regionale, ci sono preoccupanti disattenzioni”.

Published

on

Riceviamo e pubblichiamo:                   “Il Commissario Straordinario per l’attuazione del rientro dal disavanzo del Servizio Sanitario Regionale ha emanato in quest’ultimo periodo rilevanti Decreti.

Sul piano regionale di programmazione della rete ospedaliera, ad integrazione del precedente DCA predisposto a febbraio 2018, è stato pubblicato un successivo Piano a novembre 2018 ed un altro a gennaio 2019; e, sempre a gennaio 2019, solo per citare i più rimarchevoli, è stato pubblicato il Programma degli interventi di edilizia sanitaria ai sensi dell’art.20 della L. 67/88.

La stampa ha riportato l’unanime compiacimento, dei rappresentanti delle Istituzioni interessate, sui benefici che tale provvedimenti potranno arrecare al territorio della ASL di Avellino ed all’Area Vasta di Avellino/Benevento.

In realtà, a voler essere concreti, relativamente al Piano Ospedaliero il riconoscimento del Presidio Ospedalierodi Ariano Irpino a DEA di 1^ livello è, come da questa Associazione sostenuto già alla pubblicazione del DCA 49/…., un atto dovuto in applicazione del DM n.70/2015.

Per i programmi di cui all’art. 20, che ha ripartito tra le varie Aziende Sanitarie della Regione Campania la considerevole somma di un Miliardo e 83 Mln, appare inopportuno ritenersi soddisfatti per l’assegnazione disolo 14 Mln alla Asl di Avellino e di 15 Mln a quella di Benevento, ci si può sentire appagati per l’attribuzione di 30 Mln all Azienda OspedalieraMoscati di AV e 21 Mln al Rummo di BN.

All’Area Vasta AV/BN sono stati assegnaticomplessivamente solo 90 Milioni.

Ulteriore e più grave preoccupazione si riscontra allorché nel programma di cui all’art.20 si legge che “il Piano si sviluppa in piena coerenza con la programmazione regionale prevedendo azioni finalizzate alla massimizzazione dell’economicità dell’appropriatezza allocativa delle risorse e dell’offerta con riequilibrio verso il territorio, è in linea con quanto disposto ai sensi del DM 70/2015”, e considera ilFrangipane di Ariano Irpino non più Dea di 1^ livello ma semplice Presidio Ospedaliero.

Se si vuol benevolmente ritenere che il P.O. di Ariano è sicuramente classificato DEA di 1^ livello, come confermato dall’ultimo DCA n.103 pubblicato sul BURC del 14/01/2019, resta incomprensibile la ripartizione dei fondi con la inappropriata attribuzione di soli 14 Mln alla ASL/AV e non si comprende, date le premesse citate, con quali fondi si potranno realizzare le opere e le attrezzature necessarie alla concretizzazionedei nuovi 20 posti letto previsti.

Ci auguriamo che tutti coloro che, con le loro rimostranze, hanno contribuito al giusto riconoscimento del Frangipane a DEA di 1^ livello, facciano sentire, anche in questa occasione, il loro autorevole disappunto per rimediare alle gravi disattenzioni.

Cittadinzattiva rassicura i cittadini che resterà vigile e,coerente ai propri principi ispiratori, non farà mancare la sua pressante attenzione alla soluzione del problema.”

Attualità

L’arianese Antonio Grasso eletto presidente del Circolo del Pastore Maremmano – Abruzzese

Published

on

Si sono svolte a Capena (Roma) le elezioni per il rinnovo delle cariche sociali del Circolo del Pastore MaremmanoAbruzzese, unica associazione riconosciuta dal Ministero delle Politiche Agricole, per la tutela della splendida razza da pastore tutta italiana. (altro…)

Continue Reading

Attualità

Martedi 26 marzo l’inaugurazione del reparto di “Terapia Intensiva e Rianimazione”

Published

on

Martedì 26 marzo 2019 ore 10.30 – P. O. “Frangipane” di Ariano Irpino (altro…)

Continue Reading

Attualità

“Agricoltura sociale. Nuove prospettive e opportunità per il territorio”: il convegno dell’Unci Agroalimentare

Published

on

A Montemiletto i vertici nazionali dell’organizzazione (altro…)

Continue Reading

Più letti