Ariano Assessorato al Commercio : “Saldo in leggero aumento per le attività” Reviewed by Momizat on . L’Amministrazione Comunale di Ariano Irpino, tramite l’Assessorato al Commercio, ha effettuato una verifica presso gli Uffici di competenza, in merito allo stat L’Amministrazione Comunale di Ariano Irpino, tramite l’Assessorato al Commercio, ha effettuato una verifica presso gli Uffici di competenza, in merito allo stat Rating: 0
You Are Here: Home » Comune » Ariano Assessorato al Commercio : “Saldo in leggero aumento per le attività”

Ariano Assessorato al Commercio : “Saldo in leggero aumento per le attività”

Ariano Assessorato al Commercio : “Saldo in leggero aumento per le attività”

L’Amministrazione Comunale di Ariano Irpino, tramite l’Assessorato al Commercio, ha effettuato una verifica presso gli Uffici di competenza, in merito allo stato di salute del commercio in Città, non solo del Centro Storico ma anche delle periferie Martiri e Cardito, da dove è risultato che, per il secondo anno consecutivo si è registrato un saldo positivo, seppure in misura lieve del numero delle attività.

Diversi sono stati i trasferimenti e allo stesso tempo si è avuto un forte ricambio generazionale delle attività commerciali ma, all’esame delle richieste, risulta comunque un saldo positivo sia per le attività in sede fissa (con un saldo positivo di 10 unità) e sia per il numero delle licenze rilasciate invece le attività commerciali itineranti (con un saldo positivo di 9 unità).

Spostando l’attenzione sulle attività commerciali e artigianali di Via D’Afflitto, coinvolte dall’abbattimento del complesso “ex-Giorgione”, per le quali l’Amministrazione ha previsto un sostegno straordinario a supporto del pregiudizio economico subito, era indispensabile possedere determinati requisiti e attenersi a quanto stabilito allo schema di Avviso, (così come previsto nel Bando Pubblico utilizzato e che era stato predisposto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile per il ristoro alla attività produttive interessate dalla frana di Montaguto), dove era contemplata la verifica della media aritmetica dei fatturati 2013-2015 – periodo 5 luglio/11 agosto – Segnale incoraggiante è stato che per alcune attività insistenti sul tratto viario interessato dai lavori il fatturato realizzato nel periodo dell’abbattimento è risultato superiore agli anni precedenti. Per le altre attività è in corso la liquidazione del pregiudizio economico dimostrato documentalmente.

Per incentivare l’insediamento di attività commerciali nel Centro Storico, cuore pulsante della Città, uno degli obiettivi dell’Amministrazione Comunale nel programma di mandato, è ancora in corso il Regolamento per erogare contributi pari all’importo della TARI o tassa equivalente, fino all’importo massimo di annuo di e 1.500,00 a cui le attività che decidono di insediarsi possono ancora accedere.

Per proseguire ricordiamo un altro momento determinante per lo sviluppo commerciale della Città: il mercato settimanale del mercoledì e le Fiere Cittadine, che prevedono, oltre agli eventi inseriti nelle Manifestazioni Estive e Natalizie, una serie di appuntamenti: Presto verrà pubblicato il calendario annuale delle fieri e delle manifestazioni a supporto delle attività commerciali.

Per agevolare i titolari di attività commerciali del centro, è stata stanziata una misura particolare, che ha ridotto il costo dell’abbonamento mensile per il l’utilizzo del silos multipiano, struttura videosorvegliata, a 12 euro mensili per i titolari di attività commerciali. Ricordiamo che è vigente durante tutto l’anno la possibilità di utilizzo gratuito del parcheggio coperto Silos nei giorni di mercoledì, di sabato e di domenica.

Sicuramente c’è ancora tanto da fare – riferisce l’Assessore Filomena Gambacorta – e da parte dell’Amministrazione l’attenzione è sempre molto alta. E’ evidente il ricambio generazionale in corso delle attività e l’interesse dei giovani per questo settore e questo è un segnale incoraggiante e da stimolare. Attività giovani e di successo riescono ad essere da traino per l’intero settore soprattutto in periodo di crisi economiche nazionale.

  • Lupo Hirpi

    Non mi importa degli ipocriti e dei lecchi-ni, loro hanno quello che si meritano dal loro destino, essi sono pero la rovina di chi cerca con sacrifici e stendi a trovar lavoro e non essere meschino.
    In una città dove ogni cosa avviene per gentile concessione del governante di turno non può che esistere sudditanza e genuflessione più di quanto avviene per religione.
    Le preghiere a Villa Loreto il Rosario alla chiesa comunale con Assessori che tutto possono rappresentare tranne la cristianità.
    Uno di questi dopo circa 20 anni di Assessorato, (Assessore a vita) ancora no sa perché si trova la, gli piace molto *esserci sotto, che operare per il bene comune. Se gli chiedi qualcosa…………..risponde niente saccio e tutto faccio.
    Non a caso invito a leggere Matteo 13:1-9
    Le parabole del regno dei cieli; il seminatore e i diversi terreni
    =(Mr 4:1-20; Lu 8:4-15) 1Co 3:9
    1 In quel giorno Gesù, uscito di casa, si mise a sedere presso il mare; 2 e una grande folla si radunò intorno a lui; cosicché egli, salito su una barca, vi sedette; e tutta la folla stava sulla riva. 3 Egli insegnò loro molte cose in parabole, dicendo:
    «Il seminatore uscì a seminare. 4 Mentre seminava, una parte del seme cadde lungo la strada; gli uccelli vennero e la mangiarono. 5 Un’altra cadde in luoghi rocciosi dove non aveva molta terra; e subito spuntò, perché non aveva terreno profondo; 6 ma, levatosi il sole, fu bruciata; e, non avendo radice, inaridì. 7 Un’altra cadde tra le spine; e le spine crebbero e la soffocarono. 8 Un’altra cadde nella buona terra e portò frutto, dando il cento, il sessanta, il trenta per uno. 9 Chi ha orecchi oda».
    Matteo 13:18-23
    Spiegazione della parabola del seminatore
    18 «Voi dunque ascoltate che cosa significhi la parabola del seminatore! 19 Tutte le volte che uno ode la parola del regno e non la comprende, viene il maligno e porta via quello che è stato seminato nel cuore di lui: questi è colui che ha ricevuto il seme lungo la strada. 20 Quello che ha ricevuto il seme in luoghi rocciosi, è colui che ode la parola e subito la riceve con gioia, 21 però non ha radice in sé ed è di corta durata; e quando giunge la tribolazione o persecuzione a motivo della parola, è subito sviato. 22 Quello che ha ricevuto il seme tra le spine è colui che ode la parola; poi gli impegni mondani e l’inganno delle ricchezze soffocano la parola che rimane infruttuosa. 23 Ma quello che ha ricevuto il seme in terra buona è colui che ode la parola e la comprende; egli porta del frutto e, così, l’uno rende il cento, l’altro il sessanta e l’altro il trenta».
    Che seme ha ricevuto il primo dei primi???
    *Esserci sotto (operare in modo occulto, mascherato, stare nascosto).

Scroll to top
ArianoNews (note legali) Testata giornalistica Registrata presso il Tribunale di Ariano Irpino al n°01/13 del Registro Stampa in data 27/02/2013.
© Copyright 2013 - Il materiale pubblicato, pure essendo di dominio pubblico, non può essere utilizzato in nessun modo.
Developing by MarcoDedo.it